La Scighera
Corso | Sabato, 27 Giugno, 2015 - 10:30

La rete cantante “Comunità del canto”, propone una terza stagione d’inizio estate per ampliare gli orizzonti del repertorio comune a chi già canta ed avvicinare i curiosi al vasto mondo del canto di tradizione orale e popolare. Negli anni soggetti e gruppi variabili si avvicendano attorno a questa passione: si canta e si apprende sperimentando una dimensione collettiva consapevole, perché ogni esperienza corale, dalla cantata intorno a un tavolo al gruppo stabile che prova regolarmente, è anzitutto un'esperienza di comunità, una rete di individui in ascolto. Si fa rete per avere più forza, per soddisfare i propri desideri, per sperimentare forme collaborative alternative, per non abbassare la testa. E naturalmente per cantare...

Due le sedi dei laboratori: La Scighera e Piano Terra (via Confalonieri 3). In Scighera l'iscrizione ad ogni laboratorio è di 12,00 euro; contributo libero, invece, per il laboratori che si terranno a Piano Terra

Sabato 27 giugno ore 11.00 - 19.00 (con pausa pranzo) _ La Scighera
Laboratorio intensivo sui canti corsi
A cura di Muriel Chiaramonti (laboratorio a contributo libero)

leggi l'intero articolo | Leggi tutte le news

VENTI centimetri per VENTI centimetri per CINQUE euro: prendi la tua tavoletta in legno, decorala come vuoi e partecipa ad un'opera collettiva per costruire il nuovo bancone della Scighera.
Il tuo segno rimarrà in eterno nella Scighera (e aiuterai la Scighera a diventare eterna).
Ogni piastrella sarà una rappresentazione visiva e visibile della tua partecipazione al progetto Scighera. I 5,00€ che chiediamo per ogni piastrella servono a coprire i costi dell'operazione.
Puoi decorarla con il messaggio che vuoi e con la tecnica che vuoi: solo evita di usare rappresentazioni o testi offensivi oppure simboli partitici.

leggi l'intero articolo | Leggi tutte le news

pubblico

Versione stampabile
warning: Creating default object from empty value in /home/alekos/apa/scighera/PRODUZIONE/lascighera.org/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc on line 33.

Domenica 24 marzo: invito alla mobilitazione dal Comitato La Goccia

La goccia che fa traboccare la Bovisa - lettera aperta agli abitanti del quartiere

Il Comitato La Goccia invita tutti i cittadini della Bovisa e di Milano a partecipare alla giornata di mobilitazione che si terrà nel quartiere domenica 24 marzo dalle 10 alle 13. Questa iniziativa, vivace e musicale, ha come scopo quello di informare la cittadinanza delle trasformazioni che subirà il quartiere nei prossimi anni e, quindi, di invitarla all'assemblea che si terrà venerdì 5 aprile alle ore 20:30 presso la biblioteca di Via Baldinucci. Il ritrovo è previsto alle ore 10 in Piazza Bausan e ci si spostera per le vie del quartiere giungendo, infine, in piazza Alfieri.
Ad accompagnarci ci sarà la musica della Banda degli Ottoni e il coro delle Voci di Mezzo.

Vi aspettiamo!

Donne Incanto, folk al femminile

Una due giorni di musica, canti, balli e laboratori al Femminile, in collaborazione con il gruppo Moirarmoniche, più volte ospite sul palco della ScigheraLeggi tutto

 

Il mestiere del comico 2013

Percorso formativo per tutti gli attori che vogliano specializzarsi della meravigliosa arte del far ridere

27-28 aprile il Grammelot: la lingua universale - con Matteo Belli
11-12 maggio La natura della comicità e del riso 1 - con Philip Radice
1-2 giugno Alla ricerca della propria destrezza: giocoleria, acrobatica, equilibrismi - con Claudio Cremonesi
15-16 giugno La natura della comicità e del riso 2 - con Philip Radice

Appello No Tav alla cultura milanese

Per firmare l'appello clicca qui

Dagli albori del secolo si discute
se la poesia sia dentro o fuori.
Dapprima vinse il dentro, poi contrattaccò duramente
il fuori e dopo anni si addivenne a un forfait
che non potrà durare perché il fuori
è armato fino ai denti.

(Eugenio Montale)

Mettere in crisi il proprio tempo è il primo compito della cultura e dell’arte.
Non risparmiarsi davanti all’incognito, nutrire lo scandalo, sposare l’alternativa, impicciarsi del “viceversa”. Non vi è altra via interessante e fertile che questa. L’intellettuale, l’artista è per sua natura in cammino, e camminando pone domande scomode, capaci di de-costruire una opinione sempre più spesso “pubblicitaria” invece che “pubblica”.

Condividi contenuti